Aggiornato il

Oggi pensavo a cosa poter scrivere in questo periodo che ci vede tutti reclusi in casa, in attesa che finisca questa pandemia globale che sta portando tanta sofferenza e rassegnazione. Non volevo scrivere un post triste, o l’ennesimo post sulle cose da poter fare a casa. Volevo scrivere qualcosa di positivo e quindi ho pensato che avrei potuto scrivere un post sui viaggi che vorrei fare in Italia, una volta finita l’emergenza.

In Italia non perché non desideri più andare all’estero, ma semplicemente perché penso che noi tutti dovremmo dedicarci al nostro Bel Paese per risollevarne l’economia, messa a dura prova in questo periodo. Inoltre, viviamo in uno dei più bei paesi del mondo, quindi forse è venuto il momento di dedicargli l’attenzione e il valore che merita.

I viaggi che avrei voluto fare, se non ci fosse stato il Coronavirus

Tra i miei Travel Dreams per quest’anno c’erano già un paio di mete italiane. In quell’articolo avevo scritto che mi sarebbe piaciuto tornare in Puglia, dopo diversi anni che non ci vado, e rivisitare Vieste ma anche esplorare altre parti della regione.

Avevo anche scritto che avrei voluto visitare il Veneto, regione che mi ospita da qualche mese ormai e che conosco poco dato che ho visitato soltanto le città principali e poco altro.

E poi avevo incluso qualche meta all’estero – Grecia, Turchia e Svizzera – ma tutto sommato mete abbastanza vicine.

I viaggi che vorrei fare in Italia, post-emergenza

Come vi accennavo prima, penso sia giusto dedicarmi all’Italia per i prossimi viaggi, nella speranza che si possa tornare a viaggiare quanto prima. (No, non è superficialità ma semplicemente una speranza).

Isole di Murano, Burano e Torcello

Visitabili in giornata partendo da qualsiasi città veneta, le isole di Murano, Burano e Torcello, penso siano una bella gita da fare in famiglia. Ci sono già stata diversi anni fa ma, ahimè, mi ricordo poco perché ero piccola.

A Murano mi piacerebbe visitare il Museo del Vetro e vedere come viene lavorato. In particolare vorrei vedere come nasce il vetro soffiato, famoso in tutto il mondo per la sua qualità e bellezza.

A Burano vorrei semplicemente passeggiare tra le viuzze e magari trovare qualche signora seduta fuori dalla propria casa mentre tesse i suoi merletti. Troppo fuori dal tempo come immagine? Secondo me no, sarebbe una bella immagine di vita normale.

i viaggi che vorrei fare in Italia, Burano
Photo by Annie Spratt on Unsplash

A Torcello andrei sicuramente a visitare la Cattedrale dell’Assunzione e lì, dedicherei un pensiero e una preghiera a quanti ci hanno lasciato in questo periodo di quarantena.

Liguria

Due anni fa, durante un viaggio in Turchia, ho conosciuto due persone fantastiche, Cristina e Luca, che vivono a Genova – anzi nello specifico a Boccadasse. Quando la quarantena sarà finita mi piacerebbe andare a trovarli e ritrovare con loro quella spensieratezza vissuta mentre eravamo a Istanbul.

Con l’occasione vorrei visitare un po’ questa regione a me quasi sconosciuta. Sono stata alle Cinque Terre durante uno scalo di una crociera, ma una giornata è davvero troppo corta per poter dire di averle viste come si deve.

Monterosso_Cinque Terre

Sarei felice quindi di visitare Genova e i dintorni e poi di esplorare le Cinque Terre, magari con un bel trekking a contatto con la natura che tanto mi manca in questo periodo di reclusione.

Ravenna e Ferrara

Sempre in occasione di quel famoso viaggio in Turchia, ho conosciuto altre due persone davvero meravigliose: Emanuela e Giancarlo. Vorrei rivedere anche loro e cogliere l’occasione per visitare altre due mete italiane degne di nota: Ravenna e magari Ferrara.

Due città di cui ho sempre sentito parlare benissimo, e non solo per le piadine, ma che non ho mai avuto occasione di visitare.

Roma

Sì, anche qui oltre alla visita della città che però ho già avuto modo di visitare un paio di volte, vorrei rivedere due amici (conosciuti anche loro in Turchia) con cui sono rimasta in contatto e che sarebbe ora rivedessi: Aline ed Andrea. Brasiliana lei, romano lui. Un mix esplosivo di positività, che è proprio quello che ci vuole!

Vista dalla Basilica di San Pietro

Vedete la costante in queste ultime tre destinazioni? I rapporti umani. Se c’è una cosa che questo virus mi sta ricordando è l’importanza dei rapporti umani.

Puglia o Sicilia

Emergenza permettendo, se fosse possibile andare al mare, mi piacerebbe tornare in Puglia, oppure andare in Sicilia, regione che non ho mai visitato ma che promette meraviglie sia dal punto di vista paesaggistico e culturale che da quello culinario. Come sapete sono una buona forchetta quindi combinare bel mare, luoghi culturali e ottimo cibo sarebbe davvero la vacanza perfetta.

A dire il vero avevo già iniziato a guardare Pantelleria per quest’estate ma poi non ho prenotato nulla perché nel frattempo è successo quello che è successo.

Toscana

Anche la Toscana è una regione che conosco davvero poco e che invece secondo me merita tanto. Quindi tra i viaggi che vorrei fare in Italia, ci metto anche questa regione.

Mi piacerebbe visitarla in autunno, quando la natura si veste di colori caldi e accoglienti, i camini iniziano ad essere accesi, le castagne scoppiettano sulla stufa e un bicchiere di vino scalda meglio di qualunque altra cosa le giornate che si accorciano.

I viaggi che vorrei fare in Italia: Toscana
Photo by Giuseppe Mondì on Unsplash

Ovviamente vorrei visitare Firenze, dove non sono mai stata, ma forse quello che mi piacerebbe ancora di più sarebbe stare in un agriturismo o un B&B in mezzo alla campagna toscana, per ritrovare il piacere delle piccole cose insieme alla mia famiglia.

Magari non state pensando ai viaggi in questo periodo, o magari si. Quando tutto questo sarà finito, a voi dove piacerebbe andare? Sceglierete mete italiane?