#iorestoacasa, come viaggiare stando sul divano

Come viaggiare stando sul divano? Pensate non sia possibile vero? E invece lo è, e tra poco scopriremo insieme come fare.

#iorestoacasa è l’hashtag lanciato sui social dai vari personaggi dello spettacolo e della musica italiana per far capire alle persone che se manteniamo tutti un comportamento adeguato forse riusciremo a contenere questo virus e a tornare prestissimo alla normalità.

Ma non è del virus che vi voglio parlare, mi sono ripromessa di non parlarne. Non me ne intendo quindi non voglio dare informazioni incorrette, voglio invece concentrarmi su un altro aspetto: come viaggiare stando sul divano.

#iorestoacasa, come viaggiare stando sul divano 1
Photo Credit: Pixabay

Viaggiare stando sul divano: 4 idee + 1

Viaggiare stando sul divano è possibile, non serve infatti andare dall’altra parte dell’oceano per ‘vedere’ un luogo. Non mi credete? Continuate a leggere.

Leggere letteratura di viaggio

Fin da piccola ho sempre amato leggere libri di ogni tipo perché mi permettevano (e lo fanno ancora oggi) di viaggiare con la mente e di immaginarmi posti lontani o comunque posti che ancora non ho visto.

La narrativa di viaggio nello specifico si occupa del viaggio, delle motivazioni che vi sono dietro, di destinazioni. E lo fa in un modo che permette al lettore di immedesimarsi con il protagonista del libro e di essere catapultato in un attimo a Bangkok, piuttosto che a Istanbul, piuttosto che a New York. Tra i vari libri che ho letto quello che mi è piaciuto di più in assoluto è “Better than fiction: true travel tales from great fiction writers“, pubblicato da Lonely Planet. Si tratta di una raccolta di racconti di viaggio scritti da grandi autori di romanzi. Purtroppo non credo sia stato tradotto in italiano, ma se conoscete l’inglese ve lo consiglio!

#iorestoacasa, come viaggiare stando sul divano 2
Photo Credit: IBS

Tra i libri che ho letto in italiano e che ogni tanto rileggo, in parte o in toto, c’è “Il Grande Boh” di Jovanotti.

Se siete a corto di idee potete dare un’occhiata o chiedere consiglio nel gruppo Facebook Exploreading, un gruppo dedicato proprio alla narrativa di viaggio.

Se leggere non facesse per voi, potreste anche valutare l’idea di ascoltare un audiolibro. Io sto ascoltando “Un indovino mi disse” di Tiziano Terzani e anche se preferisco di gran lunga leggere, non è male andare a spasso ascoltando una voce che mi racconta il libro.

Guardare film di viaggio o serie tv ambientate in un determinato luogo

A chi non piace rilassarsi sul divano guardando un film o godendosi la propria serie tv preferita? Beh, è anche quello un modo per viaggiare non trovate?

Guardando “Sex & the city “ad esempio, in un attimo mi trovo a New York, o se guardo “Downton Abbey” o “The Queen” mi trovo in Inghilterra. Se invece voglio proprio viaggiare posso sempre guardare film come “Australia”, “Mangia, prega, ama” o “I diari della motocicletta”. Anzi, se avete qualche altro bel film di viaggio da consigliarmi sono tutta orecchi.

Riordinare foto di viaggi passati

Quante volte ci ripromettiamo di riordinare le foto dei viaggi passati? Magari di stamparle e di fare un bell’album? Beh, quale migliore periodo di questo! Ora è il momento di selezionare le foto, decidere in che formato stamparle e fare un bell’album da sfogliare ogni volta che, per un motivo o per l’altro, non possiamo viaggiare. Io l’ho fatto qualche tempo fa e il risultato è stupendo, in più ora posso davvero rivivere i miei viaggi solo passando da una pagina all’altra del mio album!

#iorestoacasa, come viaggiare stando sul divano 3

Organizzare il prossimo viaggio

Cosa c’è di meglio che iniziare ad organizzare il prossimo viaggio? Quando tutto questo trambusto sarà finito, la voglia di viaggiare sarà ancora più forte, quindi potremmo già iniziare a pensare dove ci piacerebbe andare per la nostra prossima vacanza e pianificare già le varie cose. Ad esempio se decidiamo che il prossimo viaggio sarà un on the road, potremmo già pensare alle tappe che ci piacerebbe fare durante il tragitto, cosa ci piacerebbe vedere. Potremmo già annotare dei musei, dei ristoranti, delle esperienze che ci piacerebbe provare. Così, quando finalmente riusciremo a partire avremo già tutto pronto e non ci resterà che fare la valigia.

Esplorare i dintorni di casa propria

Ok, ho barato. Per questa attività non potete proprio stare sul divano però in questo periodo di impossibilità di viaggiare, potremmo anche approfittare per esplorare i dintorni di casa nostra. Quante volte ci siamo detti ‘sì sì, appena ho tempo vado a fare una passeggiata nel bosco vicino casa o vado a fare quel giro ad anello che ha fatto la mia amica’, beh ora possiamo farlo. Le direttive dicono di evitare i posti affollati, ma se andate a fare una bella passeggiata all’aperto non c’è alcun pericolo! Riconnettersi con la natura ha così tanti benefici che potremmo proprio dedicarci a questo per sconfiggere paure e noia.

viaggiare stando sul divano, o quasi!

A voi vengono in mente altre attività per viaggiare stando sul divano? Se sì, scrivetemele nei commenti, sono curiosa!

19 commenti su “#iorestoacasa, come viaggiare stando sul divano”

  1. Anche io approfitterò della pausa forzata per leggere della sana narrativa di viaggio e per riordinare le fotografie dei miei viaggi passati. Magari potrei mettermi a studiare un po’ di tecnica fotografica, che non guasta mai, magari seguendo qualche tutorial online… E poi potrei riprendere quel vecchio discorso della scrittura creativa, che è da un po’ che non pratico per mancanza di tempo. Ok, ho elencato talmente tante cose che la quarantena dovrebbe durare 6 mesi per fare tutto!!!

    Rispondi
    • Anche per me! Da quando abbiamo smartphone e macchine fotografiche digitali si è persa un po’ l’usanza di stampare foto ma per me non c’è niente di più bello che sfogliare gli album e rivivere bei momenti.

      Rispondi
  2. Bravissima, sono dei piacevolissimi passatempi! Anche io come te mi sono rifugiata nella letteratura di viaggio e nei film (non necessariamente di viaggio). Casomai approfitto di questo tempo per creare qualche foto libro (il tuo mi piace molto), che non sono mai riuscita a fare nell’ultimo periodo per i troppi impegni. Grazie del consiglio 🙂
    A questi hobby da fare in casa ho anche le lezioni del master da seguire online e i vari compiti da svolgere, per cui, anche se sono confinata in casa, sono bella occupata (meglio)! un abbraccio virtuale 🙂

    Rispondi
  3. Aggiungerei anche esplorare con Google Earth posti di cui non si è mai sentito parlare non è male quando non si sa più che fare. Leggere e ordinare le foto sicuramente sarebbero i miei passatempi preferiti.

    Rispondi
  4. Ne vuoi una letterale (o quasi)? Spesso quando sto sul divano a oziare con il pc sulle gambe, apro Google Earth e inizio a esplorare una regione. O Google Maps con funzione satellite e mi percorro varie strade. Esplorare comodamente da casa! 🙂

    Rispondi
  5. È proprio quello che stiamo facendo!! Leggiamo, mettiamo ordine, proviamo a fare acconciature strane e impariamo a fare trecce olandesi. Abbiamo riscoperto, per ora, il piacere di stare in casa. Ma alla lunga non so…

    Rispondi
  6. Al momento ho letto tantissimo e ho visto un sacco di serie che avevo salvato su Netflix, al punto che temo di aver quasi esaurito quelle che mi interessavano!
    Mi piace molto l’idea di pensare alle eventuali tappe di un viaggio futuro, così quando si potrà ricominciare a viaggiare sarà quasi tutto pronto.

    Rispondi
  7. Brava! Mi piace un sacco perché non hai parlato del virus ma solo delle cose da poter fare. Io in questo periodo sto approfittando per fare pulizie di primavera anticipate, tipo togliere cose che so non userò più e riorganizzare gli spazi. Seguo delle lezioni di pilates online perché non posso andare in palestra e avrei voglia di fare un mini corso online per imparare una nuova lingua ma forse sto correndo troppo ;P

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.