Da non perdere a Berlino: East Side Gallery

Articolo aggiornato il 15/03/2020

Il muro di Berlino, una presenza costante in città, anche se smantellato per la maggior parte, trova nella East Side Gallery un memorial commemorativo di 1300m che si estende da Oberbaumbrucke a Ostbahnof.

East Side Gallery_Berlino

Un luogo che non mi stanco mai di vedere e non solo perché è la più lunga striscia di murales open air dove sono dipinte più di 100 opere realizzate da artisti di tutto il mondo, ma anche perché con il suo ottimismo, con i suoi colori, è un inno contro ogni oppressione e ingiustizia.

Nelson Mandela_East Side Gallery

I murales raccontano tante storie: rappresentano immagini della caduta del muro, della riunificazione e celebrano idee di pace e di umanità. Visitarlo permette di fare un tuffo indietro, nella storia travagliata della città, ma anche un tuffo nel presente, nella città unita, moderna, vivace che è oggi Berlino.

E visto che le mie parole non renderebbero giustizia, lascio che le immagini parlino da sole…

Da non perdere a Berlino: East Side Gallery 2Da non perdere a Berlino: East Side Gallery 3East Side Gallery_BerlinoEast Side GalleryDa non perdere a Berlino: East Side Gallery 4No more wars_East Side GalleryDa non perdere a Berlino: East Side Gallery 5East Side Gallery_ToleranceDa non perdere a Berlino: East Side Gallery 6Da non perdere a Berlino: East Side Gallery 7Da non perdere a Berlino: East Side Gallery 8East Side Gallery_Berlin

L’ideale sarebbe di fare una passeggiata lungo tutta la East Side Gallery ma se avete poco tempo iniziate dalla Ostbahnof, i dipinti più significativi si trovano a partire da lì. Essendo all’aperto l’ingresso è libero, ma vi assicuro che anche se si pagasse, ne varrebbe enormemente la pena.

Il momento migliore per visitare la East Side Gallery è verso sera, poco prima del tramonto. La luce dell’ultimo sole del giorno che illumina i murales crea davvero un effetto suggestivo.

Vedere la East Side Gallery e poi Bernauer Strasse permette di provare a capire (perché penso che capire sia davvero difficile non avendolo vissuto) cosa volesse dire essere separati da un muro, vivere in una città spezzata in due e non avere la libertà di andare da una parte all’altra della città. I murales dipinti sul muro sono una rivalsa verso quella mancanza di libertà, una dimostrazione di resilienza e di sopravvivenza. Se andate a Berlino non potete davvero perdervela!

Come arrivare all’East Side Gallery

Se siete nella zona di Alexander Platz potreste decidere di arrivarci a piedi con una passeggiata di circa mezz’ora.

Se invece preferite prendere la U-Bahn, le fermate più vicine sono Ostbanhof oppure Warschauer Strasse.

5 commenti su “Da non perdere a Berlino: East Side Gallery”

  1. Questa zona di Berlino ci ha colpito molto, come dici tu merita sicuramente una passeggiata. Berlino è una delle nostre mete preferite e ci sono dei luoghi che vediamo ogni volta con piacere: la East Side Gallery è uno di questi, sia per la memoria del passato, sia per il contesto attorno al fiume.

    Rispondi
  2. Tornata da un mese da un weekend a Berlino, confermo che l’East Side Gallery è meravigliosa! Ogni murales ha una sua storia e, soprattutto, un significato più o meno nascosto! Un luogo che fa riflettere e che merita sicuramente una visita 🙂

    Rispondi
    • Come ho scritto è una delle zone di Berlino che preferisco, perché si ti fa riflettere ma senza farti incupire troppo 😉

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.