La rievocazione storica Thiene 1492 è un evento che si ripete ogni anno a ottobre nella città di Thiene, in provincia di Vicenza. Viene organizzata per rievocare la concessione del mercato libero da dazi e gabelle da parte del doge Agostino Barbarigo, avvenuta nel 1492.

Thiene 1492_castello di Thiene, cosa vedere

La città: cosa vedere

Thiene si trova al centro dell’ampia pianura a nord di Vicenza e conta poco più di 24.000 abitanti. La città ospita un castello ancora oggi visitabile, dove ripercorrere le origini della città. Vicino al castello troverete Piazza Ferrarin dove sorge la quattrocentesca Cappella Gentilizia, dedicata alla Natività di Maria.

Proseguendo la passeggiata si giunge a piazza Chilesotti, l’antico centro politico della città. A dominare la piazza c’era la trecentesca Loggia del Podestà, sede governativa della città. Fu distrutta negli anni ’20 del ‘900 per costruirvi il Monumento ai Caduti della prima guerra mondiale. Lì vicino il palazzo Machiavelli, con la sua facciata a rombi rossi, commissionato da un Vicario che desiderava amministrare il potere direttamente da casa propria anziché recarsi alla loggia.

Dalla piazza si può notare la torre costruita dal celebre architetto rinascimentale Sebastiano Serlio, a metà tra sacro e profano. Se la maggior parte delle persone la definiscono un campanile, si tratta in realtà di una torre civica. Fungeva e simbolicamente funge tuttora da punto di passaggio tra la sede del potere politico e quella del potere spirituale.

Attraversandone l’arco posto alla base si giunge alla piazza del Duomo. Qui troneggia l’edificio sacro dedicato a San Gaetano. Di dimensioni più ridotte la Chiesa del Rosario, edificio quattrocentesco la cui facciata fu decorata solo nel ‘900 perché prima di allora era nascosta da altre costruzioni ma che al suo interno conserva inalterato il suo carattere originale.

Le origini di Thiene 1492

Thiene 1492 è chiamata così perché fu nel 1492 che la massima autorità veneziana accordava a Thiene il mercato franco da dazi per premiare la comprovata fedeltà della città alla Repubblica Veneta. Non solo, il doge voleva anche ringraziare la città dell’aiuto dato, nel 1487, alla Serenissima durante la guerra di Rovereto combattuta contro Sigismondo del Tirolo. Fu la brigata della Terra di Thiene, partita il 9 giugno e formata da oltre 200 soldati capitanati da Giacomo di Thiene, ad entrare nel castello di Rovereto issando il vessillo di San Marco.

Mercato Rinascimentale Europeo

La rievocazione storica

Abiti rinascimentali

Ogni anno, per celebrare l’avvenimento e riportarlo alla memoria, viene allestito nella città di Thiene, un Mercato Rinascimentale Europeo. Durante la manifestazione si possono gustare piatti della tradizione locale attraverso bancarelle artigianali e gastronomiche, ma anche assistere a spettacoli ed attività in tema. Ci si trova così a passeggiare tra nobili, borghesi, venditori, artigiani, contadini, giullari, popolani del ‘500. E oltre a passeggiare, si possono ammirare mercanzie tipiche del territorio e delle zone circostanti. Il tutto allestito come se fossimo davvero tornati indietro nel tempo.

Thiene 1492_prodotti naturali

La parte che preferisco di Thiene 1492 è sicuramente la rievocazione degli antichi mestieri. Vi sono artigiani che, utilizzando gli strumenti di una volta, riportano alla luce la manualità e la creatività di un passato lontano. Vi troverete quindi ad ammirare non solo i prodotti ma anche i processi, cosa secondo me interessantissima.

Thiene 1492_antichi mestieri

Bellissimi gli spettacoli di sbandieratori, giocolieri e artisti di strada che su ritmi medioevali intrattengono i passanti facendo loro dimenticare in che epoca si trovano.

Giocoliere

Quest’anno la manifestazione si svolgerà il 12 e 13 ottobre. Io conto di esserci, e voi?