Simi o Symi: la guida compatta

Tempo di lettura: 3 minuti

Simi o Symi (dal greco) è la prima isola ad apparire in questa nuova serie. Leggi l’articolo per saperne di più su quest’isola. Scarica l’infografica per avere sempre con te la guida compatta dell’isola con tutte le informazioni principali.

Benvenuti nella mia nuova rubrica: “Guida compatta alle isole greche”, una serie di guide brevi ma con le informazioni più importanti, scritte in collaborazione con altri blogger, per la maggior parte delle isole greche.

Come forse saprete, ho visitato solo alcune isole greche, anche se ho intenzione di recuperare il prima possibile poiché adoro trascorrere le giornate estive sulle isole greche, motivo per cui ho chiesto ad altri blogger di aiutarmi a creare contenuti che potrebbero esservi utili, cari lettori, nel caso voleste scegliere un’isola greca per la vostra prossima vacanza.

Queste guide sono pensate per essere compatte e per darvi un’idea veloce di cosa aspettarvi dall’isola e informazioni pratiche sulle principali cose da fare e vedere. Di alcune isole troverete anche degli articoli di approfondimento, che saranno linkati nell’articolo stesso.

Spero che questa nuova serie possa essere allo stesso tempo utile e divertente!

L’isola di Symi

La prima isola di cui parleremo è Symi e ho scritto questo articolo in collaborazione con Stephen autore di Monkboughtlunch, un blog di viaggi sull’Asia centrale, la Via della Seta e oltre, scritto in inglese.

Symi si trova nella parte meridionale dell’arcipelago del Dodecaneso e non è lontana da Rodi, dista solo 41 km. È molto vicina anche alla Turchia e dalla costa, potete vedere il paese vicino. L’isola non è grande, infatti, ha una superficie di approssimativamente 65 kmq. La città principale si trova sulla costa nordorientale dell’isola e ha lo stesso nome: Symi.

Come raggiungere Symi?

Arrivare a Symi non è difficile però c’è da specifica che l’isola non ha un aeroporto; pertanto, dovrai volare ad Atene, Rodi o Kos e poi prendere un traghetto per l’isola. Se volete raggiungere l’isola in meno tempo, scegliete Rodi o Kos come aeroporto di atterraggio, poiché il trasferimento in traghetto da Atene dura fino a 14 ore.

Simi o Symi: la guida compatta 1
Source: Pixabay

Cosa attira l’attenzione quando si arriva per la prima volta sull’isola?

Come tante piccole e bellissime isole greche, la prima impressione di Symi è arrivare in un’affascinante cittadina costruita in un bellissimo porto protetto, con alte montagne e paesaggi aspri che la circondano su ogni lato. È una vista spettacolare che colpisce fin dal primo sguardo, e l’isola continua a dare seguito a quell’impressione con esperienze straordinariamente belle che rafforzano davvero la prima impressione.

Cosa rende quest’isola più interessante di altre?

C’è molto spazio su Symi, ottimo per vagare senza una vera e propria meta in tutta l’isola e per fermarsi ad ammirare il panorama da splendidi punti panoramici o monasteri remoti lontani da qualsiasi centro abitato. Spesso è considerata soltanto una destinazione per una gita di un giorno da Rodi, quindi di notte le strade sono calme e tranquille ed è una gioia camminare.

Scaricate l’infografica: isola di Symi

Download Now

Infografica - Guida compatta all'isola di Symi

Dove mangiare sull’isola?

I ristoranti sul lungomare lungo il porto sono una buona opzione (nonostante l’adeguamento ai prezzi turistici), ma per una vista mozzafiato consiglio di salire fino al villaggio superiore (Chorio) per ammirare bellissimi panorami sull’isola e sul mare.

Dove dormire a Symi?

La città principale è piena di alloggi turistici, anche se i visitatori in cerca di qualcosa di particolare potrebbero guardare alle poche proprietà sparse lungo calette remote in tutta l’isola.

Le spiagge più belle di Symi

  • Panormitis
  • Noi
  • Gialos
  • Chiesto
  • Emborio

Qual è il posto migliore per guardare il tramonto sull’isola?

La Baia di Toli

Symi cosa fare: le migliori esperienze da fare sull’isola

  • Escursionismo
  • Nuoto
  • Visite turistiche e culturali: gli edifici più interessanti sono il monastero di San Michele Arcangelo di Panormitis e il Castello dei Cavalieri costruito dai Cavalieri di San Giovanni
  • Girovagare per la città di Symi,
  • Mangiare pesce fresco e cibo greco in generale
monastero di San Michele Arcangelo di Panormitis
Source: Pixabay

Inoltre, ogni estate il comune di Symi organizza una serie di eventi culturali racchiusi nella cornice del Festival di Symi noto anche come Symi Festival. Gli eventi includono varie esibizioni che celebrano Symi e la cultura greca.

Perché visitare Symi?

È bellissima, accessibile con diversi traghetti giornalieri, abbastanza vicina alla più turistica Rodi, ma abbastanza lontana dal circuito turistico tradizionale da non essere invasa dai visitatori.

Symi_case colorate isola greca
Source: Pixabay

L’isola è adatta:

  • a famiglie con bambini
  • a persone in cerca di divertimento
  • a persone in cerca di pace e tranquillità

Il periodo migliore per visitare l’isola è ottobre, tuttavia, tutti i mesi estivi sono perfetti sulle isole greche.

Simi o Symi: la guida compatta 5

6 commenti su “Simi o Symi: la guida compatta”

  1. Confesso che non conoscevo nemmeno l’esistenza di quest’isola.
    Conosco pochissimo la Grecia, ma mi piacerebbe molto visitare qualche sua isola, tipo Santorini, Paros e Creta. Da questa mini guida ho appreso molto e soprattutto mi hai incuriosito a visitarla, quindi all’elenco aggiungo anche Simi o Symi 🙂
    Comunque interessante questa tua nuova rubrica, la seguirò con piacere 🙂

    Rispondi
    • Grazie, sono contenta che questa nuova rubrica possa essere d’ispirazione a quanti vogliono visitare le isole greche. Io ne sono innamorata e il mio sogno è quello di visitarle tutte 🙂

      Rispondi
  2. La Grecia è sicuramente una delle prossime mete e conoscere isole meno turistiche e poterle visitare anche solo in giornata con il traghetto è la soluzione migliore. Grazie per tutte le informazioni!

    Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.