Come organizzare un viaggio in Grecia in 7 steps

Nell’articolo vi racconto come organizzare un viaggio in Grecia, quali strumenti utilizzare e vi propongo anche una checklist delle cose da fare prima della partenza per poi essere tranquilli una volta a destinazione.

In questi giorni sto organizzando il prossimo viaggio in famiglia allargata proprio in Grecia, quindi ho pensato potesse essere utile creare una guida sui passaggi da fare per chi magari lo sta organizzando per la prima volta.

Come organizzare un viaggio in Grecia in 7 steps 1

I’m Elisa, a Travel Blogger, Content Creator & Translator in love with Greece. Follow me on Instagram for updates on travelling to Greece.

Organizzare un viaggio in Grecia: la guida step by step

Mezzi di trasporto per arrivare a destinazione

Prenotare i voli

Non avendo una destinazione precisa in mente, mi sono affidata a Skyscanner per la ricerca dei voli. Selezionando l’aeroporto di partenza e destinazione Grecia e inserendo date e il numero di persone ho potuto vedere le varie possibilità.

Se avete un budget specifico per i voli e non avete una destinazione precisa in mente questa può essere una buona opzione.

Una volta scelti i prezzi e la destinazione, la cosa migliore è andare sul sito della compagnia aerea e prenotare direttamente. Potreste trovare qualche variazione di prezzo, ma di solito non si tratta di grosse cifre. Qui potrete aggiungere anche vari servizi: bagaglio, imbarco prioritario, spuntino e quant’altro vi serva.

Se avete la possibilità, acquistate un biglietto che preveda modifiche gratuite ed eventualmente il rimborso in caso di cancellazione o spostamento date da parte della compagnia aerea.

prenotare voli grecia
Source: Pixabay

Prenotare i traghetti

Io non sono mai andata in Grecia con un traghetto perché ho sempre preferito l’aereo, ma non escludo di farlo in futuro.

A quanto ne so, vanno prenotati con un certo anticipo per trovare posto e prezzi convenienti, soprattutto se avete bisogno della cabina durante la traversata.

Mezzi di trasporto da usare in loco

Sentirete pareri diversi relativamente al prenotare il mezzo di trasporto da usare in loco prima della partenza o una volta arrivati lì. Secondo me la scelta dipende da due cose: che tipo di viaggiatori siete e il periodo in cui viaggiate.

Se siete viaggiatori che hanno la necessità di avere qualche certezza per affrontare il viaggio in modo sereno, vi consiglio di prenotare l’auto prima della partenza. Se invece l’incognita di arrivare a destinazione senza un mezzo prenotato non vi spaventa potete farlo lì. Nessuna delle due opzioni è giusta o sbagliata, scegliere a chi affidarsi per il noleggio è anche una questione di fortuna, quindi potreste avere esperienze positive o negative in entrambi i casi.

Io ho sempre prenotato online prima di partire e a parte a Kos dove ho avuto un’esperienza veramente molto negativa con il noleggio auto, per il resto sono sempre stata soddisfatta.

Quest’anno mi sono rivolta ad un italiano che vive in Grecia che offre un servizio di intermediazione, proprio a causa dell’esperienza negativa dello scorso anno. Vi saprò dire se questa modalità si rivela funzionale.

Il periodo di viaggio è sicuramente da tenere in considerazione quando scegliete se prenotare online o in loco. Se partite in alta stagione, prenotare online potrebbe evitarvi la spiacevole sorpresa di non trovare un mezzo in loco. Può essere che se scegliete una meta molto gettonata, in luglio e agosto, non ci siano mezzi a disposizione o che siano rimasti solo quelli più costosi. Se andate in altri periodi probabilmente la richiesta è minore e quindi avrete anche più possibilità di scelta.

Organizzare un viaggio in Grecia: prenotare l’alloggio

Prenotare l’alloggio non mi è mai risultato difficile quando a viaggiare eravamo Michele ed io o quando ero da sola.

Ora che abbiamo una bimba, e che spesso nei nostri viaggi ci accompagnano i nonni e mio cognato, ho più difficoltà a trovare un alloggio che soddisfi le esigenze di tutti.

Le esigenze da mettere insieme sono sicuramente la pulizia, la comodità negli spostamenti, la vicinanza ad un centro dove poter fare una passeggiata e mangiare qualcosa alla fine di una lunga giornata, la tranquillità in modo da poter riposare bene ed essere in forma il giorno dopo – possibilmente la possibilità di fare colazione nella struttura, perché essendo in tanti, sarebbe difficile ogni mattina cercare un bar e onestamente ci rallenterebbe moltissimo e ovviamente il rapporto qualità/prezzo.

Come organizzare un viaggio in Grecia in 7 steps 2
Source: Pixabay

Quando eravamo Michele ed io prenotavamo sempre su Airbnb, trovavamo un appartamentino in una zona dell’isola che ci ispirava e poi andavamo a fare colazione in vari caffè. A Samos, ad esempio, avevamo trovato un bar vicino al porto di Karlovasi che proponeva uno yoghurt greco con miele e noci che era la fine del mondo.

Ora, mi affido a Booking ed Expedia per le mie ricerche, ma poi solitamente contatto le strutture direttamente per chiedere loro disponibilità e prezzi. Le strutture solitamente pagano una commissione (in alcuni casi anche molto alta) a Booking per essere inclusi nelle ricerche degli utenti, quindi sono ben felici di proporre prezzi leggermente più bassi se prenotate direttamente.

Personalmente, faccio un controllo incrociato tra le recensioni di Booking e quelle di TripAdvisor (anche se non ripongo molta fiducia in quest’ultimo dopo una pessima esperienza a Jesolo). Il vostro istinto comunque può aiutarvi nella scelta, così come confrontarvi sui gruppi Facebook dedicati alla destinazione specifica.

Se volete la colazione, dovete chiederla espressamente, perché spesso in Grecia vi propongono i prezzi del solo pernottamento e la colazione ve la fanno pagare extra. Io chiedo sempre i prezzi inclusa la colazione, in modo da riuscire a calcolare la spesa complessiva per l’alloggio e decidere se mi va bene o meno.

Attenzione anche alla politica di cancellazione. Purtroppo, a causa del Covid e delle restrizioni di viaggio, le compagnie aeree talvolta hanno la necessità di modificare le date del volo o di annullare i voli, di conseguenza potreste dover annullare il vostro viaggio o rimandarlo, quindi avere una politica di cancellazione flessibile è fondamentale, soprattutto in caso di pagamento anticipato di una parte o di tutto il costo del soggiorno.

Acquistare un’assicurazione viaggio

Questo passaggio è a vostra discrezione. Per organizzare un viaggio in Grecia non è necessario acquistare un’assicurazione di viaggio, tuttavia è importante perché vi permette di affrontare serenamente gli imprevisti che potrebbero verificarsi durante la vostra vacanza.

Il consiglio che posso darvi è scegliere un’assicurazione di viaggio completa, in modo che siate coperti da vari punti di vista.

Compilare il PLF

Per la compilazione del PLF, ho scritto una guida sezione per sezione, in modo che possiate compilarlo senza perderci troppo tempo.

Organizzare un viaggio in Grecia in 7 passi
Source: Pixabay

Prenotare il tampone molecolare

Al momento è necessario effettuare il tampone molecolare nelle 72h precedenti la partenza oppure il tampone rapido nelle 48h precedenti la partenza se si è sprovvisti di certificato di vaccinazione (con unica dose o seconda dose avvenuta almeno 14 giorni prima della partenza) o certificato di avvenuta guarigione dal Covid nei 9 mesi precedenti la partenza.

Prenotateli per tempo e assicuratevi di avere i risultati (in inglese) per assicurarvi di averli in tempo per la partenza.

Compilare il dPLF per il rientro in Italia

Come vi ho spiegato nell’articolo dedicato al dPLF, per il rientro in Italia è necessario completare questo modulo online, ed è necessario averne copia cartacea che sarà controllata al momento del rientro. Il procedimento è macchinoso quindi anche per questo ho creato una guida dedicata, la potete acquistare qui.

Ricapitoliamo gli step per pianificare un viaggio in Grecia: checklist delle cose da fare prima della partenza

Organizzare un viaggio in Grecia: checklist
Source: Pixabay
  1. Prenotare i voli/traghetti
  2. Prenotare macchina/scooter a noleggio (a meno che non andiate fuori stagione che allora potete farlo in loco)
  3. Prenotare alloggio (hotel/studio/appartamento su Airbnb) che rispecchi le vostre esigenze
  4. Acquistare un’assicurazione viaggio
  5. Compilare il PLF – se avete un certificato di avvenuto vaccino o di guarigione da infezione Covid potete passare allo step nr. 7
  6. Prenotare tampone molecolare da fare nelle 72h precedenti la partenza o tampone rapido nelle 48h precedenti la partenza
  7. Compilare il dPLF per il rientro in Italia

Una volta in loco, una delle prime cose da fare è quella di prenotare il tampone rapido per il rientro. Aspettiamo il dpcm relativo al Green Pass Europeo ma al momento effettuare il tampone è l’unico modo per evitare l’isolamento fiduciario al rientro in Italia.

Spero che questo articolo vi sia stato utile! Buona Grecia

Come organizzare un viaggio in Grecia in 7 steps 3
Come organizzare un viaggio in Grecia in 7 steps 4
Come organizzare un viaggio in Grecia in 7 steps 5

6 commenti su “Come organizzare un viaggio in Grecia in 7 steps”

  1. Una giuda molto utile, anche se la Grecia per quest’anno non è nei miei programmi. Anche io come te cerco le strutture sui vari motori di ricerca o siti di prenotazioni, però poi contatto sempre la struttura perché in diverse occasioni si ottengono prezzi più convenienti.
    Ah, il PLF! Se ne è parlato tanto in questi giorni e proprio ieri un’amica di un’amica ha dovuto posticipare il volo a spese sue perché non aveva capito di dover compilare il form il giorno prima di partire per la Grecia ed è arrivata in aeroporto senza…

    Rispondi
  2. Ma il tampone va fatto al rientro anche se sono vaccinata da più di 14 giorni? Quindi sostanzialmente il green pass è assolutamente inutile per rientrare in Italia. Hai per caso indicazioni sui bambini? Credo che sotto i 6 anni siano esenti da tutto, green pass, tamponi, ecc. Confemi?

    Rispondi
    • Ciao Anna, sto aspettando informazioni ufficiali relativamente al green pass per aggiornare i vari articoli. I bambini dovrebbero essere esenti sotto i 6 anni se non ricordo male. Attendiamo fiduciose 🙂

      Rispondi

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.