Tempo di lettura: 3 minuti

Mercatini di Natale annullati in Alto Adige e a Trento, e sembra che a breve seguirà anche l’intero Trentino. Sarà meno Natale quest’anno? Parliamone.

Qualche giorno fa l’annuncio ufficiale da parte dei vertici della provincia, i Mercatini di Natale in Alto Adige sono stati annullati. Troppi i rischi legati alla sicurezza e troppe le difficoltà nel far mantenere le regole del distanziamento sociale, dell’indossare la mascherina e del disinfettarsi le mani, ma soprattutto troppo difficile, se non impossibile, evitare gli assembramenti.

Non avranno luogo quindi i mercatini di Natale di Bolzano, Bressanone, Vipiteno, Brunico e Merano.

Pensare che a Bolzano sono stati organizzati i primi mercatini di Natale in Italia, nel 1990 e che fino a quest’anno non è mai saltata una sola edizione. Bolzano aveva portato in Italia una tradizione tedesca che da lì ha preso piede in tutto il Paese, portando introiti a diversi settori tra cui ospitalità, trasporti, artigianato, gastronomia.

Cuori pan di zenzero_mercatini di natale annullati in Alto Adige
Source: Pixabay

Anche Trento ha annunciato la cancellazione dell’evento che avrebbe visto quest’anno la 27esima edizione e a breve probabilmente si unirà l’intero Trentino.

Avendo già visitato i Mercatini di Natale di Rovereto, Trento, Rango e Canale di Tenno, Bolzano, Bressanone e Merano oltre che quelli piccolini di Cavalese, quest’anno avrei voluto visitare i Mercatini di Natale di Levico, che vengono allestiti nel Parco Asburgico e magari quelli di Vipiteno, oltre a quelli al Lago di Carezza, ma ahimè dovrò aspettare l’anno prossimo.

E come me dovranno aspettare l’anno prossimo migliaia di persone che ogni anno visitano questo evento. Migliaia o meglio milioni di visitatori. L’anno scorso 12 milioni di persone hanno visitato i Mercatini sparsi in tutta Italia.

Prodotti artigianali dei mercatini di Natale
Source: Pixabay

Mercatini di Natale annullati in Trentino-Alto Adige: sarà meno Natale?

Sarà meno Natale? Titolo provocatorio ma non così tanto, e non prendete questa domanda per superficiale perché la risposta è sì. Sarà un po’ meno Natale senza mercatini.

L’annullamento dei mercatini di Natale non è una perdita solo per me o per chi come me ama visitarli e acquista lì i propri regali di Natale per amici e parenti. Vi ricordo infatti che i mercatini propongono spesso prodotti artigianali e a chilometro zero che spesso sono più apprezzati da chi li riceve di costosi gadget o altri regali.

Annullati i Mercatini di Natale in Alto Adige_Santa please stop here
Source: Pixabay

Purtroppo sarà meno Natale per tutti quelli che trovano, anche nei mercatini di Natale, il proprio sostentamento.

Sarà meno Natale per tutti quei produttori artigianali, ristoratori, commercianti che durante i mercatini di Natale riuscivano a vendere i loro prodotti a persone di tutta Italia ma anche ai turisti stranieri in cerca del made in Italy.

Sarà meno Natale per tutti quelli che grazie ai mercatini di Natale potevano trovare un impiego anche temporaneo. Sarà meno Natale per gli studenti universitari che grazie agli stand potevano arrotondare qualcosina.

Sarà meno Natale per tutto il settore dell’ospitalità, dei trasporti e delle infrastrutture.

Sarà meno Natale per tutti quelli che a causa di questa ennesima batosta saranno costretti a chiudere i battenti definitivamente.

E poi, chiamatemi pure superficiale, ma sarà meno Natale anche per chi come me ama l’atmosfera dei Mercatini di Natale e non vede l’ora di visitarli e di trascorrere qualche ora tra lucine, prodotti gastronomici e artigianali, cioccolata calda e vin brulè.

Sarà meno Natale per chi approfittava dei mercatini per fare una gita fuori porta insieme alla propria famiglia o ai propri bambini.

Coppia ai mercatini di Natale
Source: Pixabay

E non sto dicendo che sia sbagliato annullarli, l’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ci ha imposto tantissime restrizioni quest’anno e l’annullamento dei mercatini di Natale in Trentino-Alto Adige è solo l’ultima di una lunga serie.

Però dispiace, come dispiace non poter viaggiare liberamente.

L’unica consolazione è sperare che questa emergenza passi come è arrivata e che l’anno prossimo questo sia solo un lontano ricordo, così potremo nuovamente goderci tutto ciò a cui abbiamo dovuto rinunciare quest’anno, inclusi i Mercatini di Natale.

Vorrei sapere cosa ne pensate, se siete d’accordo o meno con il mio pensiero. Scrivetemelo nei commenti, mi piacerebbe davvero confrontarmi con voi.