Mangiare a Samos è un piacere per il palato e non solo. Si perché i ristoranti, oltre ad offrire piatti ottimi e freschissimi, riservano delle belle sorprese: le location! Ora vi racconto perché….

Una sera ci siamo fermati a Kokkari, un paesino meraviglioso, tipicamente greco, sulla costa settentrionale di Samos. Kokkari con le sue stradine, i negozietti e ristoranti sul mare, è l’ideale per una passeggiata serale. Tra l’altro, uno scorcio di Samos con le barche attraccate e le casette bianche, è l’immagine più presente su Google quando viene cercata Samos. Ma sto divagando…

Basilico

 

In fondo alla strada di fronte al mare, dove ci sono tutti i vari ristoranti, c’è una spiaggetta. Ed è proprio lì che volevamo andare per ammirare il tramonto, che trovandoci a nord, non era sul mare bensì dietro al paese.

 

 

Arrivati in fondo alla spiaggia ci siamo resi conto che dietro c’era una caletta nascosta – bellissima – e dopo esserci goduti il tramonto ci è venuto un certo languorino. In cima alla collinetta retrostante le due spiagge, c’è un ristorante. Dalla spiaggia non si vede granché perché a parte la terrazza bianca, e un’insegna con la scritta Basilico, non dà nell’occhio. Il mio compagno però, attratto da questo ristorantino sulla collina, mi ha convinto a salire la scalinata e ad arrivare alla terrazza che si vedeva dalla spiaggia. Oltre alla visuale su tutta la baia, anche il ristorante ha un’atmosfera magica. Bianco e con delle lucine lungo la ringhiera che rendono il tutto molto romantico, è il posto ideale per una cenetta intima!

 

 

Sentendoci parlare, la cameriera greca ha dedotto che fossimo italiani e ci ha quindi mandato Lorena, una ragazza siciliana trasferitasi a Samos per l’estate con il compagno cuoco, anche lui siciliano. Lorena ci ha accolto in maniera squisita, consigliandoci dei piatti ottimi ma anche raccontandoci cosa ci faceva a Samos. I piatti per cui abbiamo optato sono stati una grigliata di pesce per il mio compagno e orata per me. Oltre al pesce freschissimo abbiamo apprezzato molto i contorni, diversi dai soliti… il mio radicchio era delizioso!

 

 

Non contenti, ci siamo concessi anche il dessert e abbiamo fatto proprio bene! Una torta alle mele con gelato alla vaniglia per me e pesche sciroppate cotte nel vino rosso per il mio compagno… la torta era davvero qualcosa di speciale (le foto in notturna purtroppo non sono venute benissimo).

 

 

Se andate a Samos non potete perdervelo, lo trovate anche su Facebook.

 

Aphrodite

 

Un’altra opzione se vi trovate invece dalle parti di Pythagorio è il ristorante Aphrodite Garden Restaurant. Non trovandosi sulla strada che conduce al porto né in quella davanti al porto, ci si capita o per caso o perché lo si conosce. Noi ci siamo capitati per caso, stavamo infatti gironzolando per la cittadina quando abbiamo visto questo ristorante sulla sinistra. Ciò che mi ha colpito subito erano gli alberi sopra i tavoli, poi dando un’occhiata al menu e vedendo i piatti, mi sono convinta. Dentro al ristorante – o meglio – dentro al cortile del ristorante, c’erano parecchi tavolini e quasi tutti occupati. Questo di solito è un buon segno! Anche perché c’erano anche dei locali e relativamente pochi turisti.

 

 

Dal menu uno ordinerebbe quasi tutto, hanno dei piatti particolari, delle rivisitazioni di piatti tipici ma anche delle formule nuove. Noi siamo andati sulle rivisitazioni dei classici, amiamo la cucina greca, quindi ci sembrava un modo per assaggiare qualcosa di nuovo senza allontanarci dalla tradizione. Michele ha scelto pasta di riso con i gamberoni mentre io ho optato per il piatto chiamato kleftiko, composto da agnello e patate al cartoccio cotti lentamente e a bassa temperatura, in modo che mantengano i sapori e gli odori degli ingredienti mediterranei.

 

 

A seguire non poteva mancare un dolcetto, purtroppo quella sera avevano finito un dolce tipico presente sul loro menu, quindi siamo andati per il classico, ma poco tipico in Grecia, soufflé al cioccolato. Molto buono anche quello…

 

 

Per smaltire la cena siamo poi andati a fare un giro per le vie di Pythagorio, degna conclusione di una bellissima giornata in barca di cui vi parlerò presto!

 

Se avete domande, scrivetemi pure!